Loading...
Acquista on line

Incontri con i Pontefici

minisep

Incontri con Papa Giovanni Paolo II

Città del Vaticano, 3 Luglio 2002
Sala Nervi.

Sua Santità Giovanni Paolo II benedice i diademi realizzati per il Quadro della Madonna del Carmelo che si venera nella Chiesa del Carmine in Crotone (Kr).

Città del Vaticano, 9 Aprile 2003
Piazza S.Pietro
.

Sua Santità Giovanni Paolo II benedice le Corone realizzate per la statua della Madonna di Manipuglia che si venera nell’omonimo Santuario di Manipuglia in Crucoli (Kr).

Città del Vaticano, 18 Febbraio 2004
Sala Nervi.

Sua Santità Giovanni Paolo II benedice il Reliquiario realizzato per il Santuario della Sacra Spina in Petilia Policastro (kr). L’opera custodisce una spina della Corona del Cristo.

Città del Vaticano, 9 Giugno 2004
Sala Nervi.

Sua Santità Giovanni Paolo II benedice le corone realizzate per la statua della Madonna delle Grazie del Santuario di Torre di Ruggiero (Cz).

La croce pettorale realizzata per S.S.GIOVANNI PAOLO II

In occasione del 25° anniversario di pontificato di S.S. GIOVANNI PAOLO II I’Istituto Statale d’Arte di Crotone ha indetto un concorso di design avente come tema “La Croce Pettorale”.  Vincitrice Vanessa Affidato che per l’evento realizza e consegna alla presenza di  S.S.GIOVANNI PAOLO II in Città Del Vaticano il manufatto realizzato in oro con lapislazzuli e rubini seguita dal docente Maurizio Guerra ideatore e responsabile del concorso.

Città del Vaticano, 4 Dicembre 2004
Sala Clementina
.

Udienza Privata con Sua Santità Giovanni Paolo II concessa alla Fondazione Centesimus Annus Pro Ponteficie.

minisep

Incontri con Papa Benedetto XVI

Città del Vaticano, 6 Gen 2006
Basilica di San Pietro.

Partecipazione alla processione offertoriale nella Santa Messa dell’Epifania preseduta da Sua Santità Benedetto XVI.

Città del Vaticano, 29 Marzo 2006
Piazza San Pietro.

Sua Santità Giovanni Paolo II benedice la raggiera realizzata per la statua della Madonna di Vergadoro in Strongoli (Kr).

Città del Vaticano, 19 Maggio 2006
Sala Clementina.

Udienza Privata con Sua Santità Benedetto XVI concessa la Fondazione Centesimus Annus Pro Pontifice.

Città del Vaticano, 6 Giugno 2007
Piazza San Pietro.

Sua Santità Benedetto XVI benedice i diademi realizzati per il quadro della Madonna della Consolazione di Oliveto (Rc).

Città del Vaticano, 28 Maggio 2008
Piazza San Pietro

Sua Santità Benedetto XVI benedice le corone realizzate per l’Immacolata del Convitto Lateranense Pio IX e l’Immacolata di Altavilla Salentina.

Città del Vaticano, 11 Marzo 2009
Piazza San Pietro.

Sua Santità Benedetto XVI benedice le corone e i diademi realizzati per la statua e il quadro della Madonna di Setteporte in Rocca di Neto (KR)

Città del Vaticano, 23 Settembre 2009
Sala Nervi.

Sua Santità Benedetto XVI benedice la Cornice in Argento e pietre che racchiude il quadro della Madonna del Pozzoleo in Santa Severina (KR).

Città del Vaticano, 11 Marzo 2010
Piazza San Pietro.

Sua Santità Benedetto XVI benedice la Raggiera per il statua di San Pantaleone della Parrocchia dei SS. Pietro e Paolo in Papanice (Kr).

Città del Vaticano, 13 Aprile 2011
Piazza San Pietro.

Sua Santità Benedetto XVI benedice la nuova corona per il Capo del Bambinello della statua della Madonna di Manipuglia in Crucoli (Kr) e un’artistico calice in argento.

Città del Vaticano, 14 Marzo 2012
Piazza San Pietro.

Sua Santità Benedetto XVI benedice il Giglio realizzato per il capo della statua di San Michele Arcangelo in San Nicola Dell’Alto (Kr).

Stemma Papale realizzato per sua Santità Benedetto XVI

Un incontro ricco di emozione quello che il maestro orafo Michele Affidato ha avuto con papa Benedetto XVI in occasione della sua storica visita in Calabria, avvenuto in data 9 ottobre 2011.L’orafo Crotonese ha incontrato Sua Santità nell’Episcopio di Lamezia Terme in udienza privata. Nell’occasione il Maestro Michele Affidato ha personalmente consegnato a Benedetto XVI lo Stemma papale realizzato come dono di benvenuto per la sua visita in terra di Calabria.

Continua a leggere ...


La creazione, infatti, progettata da Affidato con la consulenzadi don Bernardino Mongelluzzi, ed eseguita sotto la supervisione entusiasta di S.E. Mons. Paolo De Niccolò, Reggente della Prefettura della Casa Pontificia, doveva essere consegnata in Vaticano, ma l’arrivo del Santo Padre in Calabria ha modificato il programma, dando l’opportunità al maestro di consegnare l’opera come saluto di benvenuto nella sua terra. La particolare creazione, realizzata con molta cura nei dettagli è composta da due opere: un bassorilievo in argento che riproduce Piazza San Pietro con tutto il colonnato e lo stemma papale realizzato in argento, oro e pietre preziose. Lo stemma papale di Benedetto XVI, riproposto in arte orafa da Michele Affidato, è circondato da raffigurazioni a rilievo, che indicano la dignità, il grado, il titolo e la giurisdizione, tre elementi molto importanti della vita spirituale di Papa Ratzinger.Nel punto più nobile dello scudo, vi è una grande conchiglia d’oro che ha un significato teologico: vuole ricordare la leggenda attribuita a Sant’Agostino, con riferimento al suo inutile sforzo di tentare di far entrare l’infinità di Dio nella limitata mente umana. Nel cantone destro dello scudo (a sinistra di chi guarda) vi è una testa di moro, antico simbolo della Diocesi di Frisinga, presso la quale fu vescovo. Nel cantone sinistro compare un orso bruno che porta un fardello sul dorso. La facile interpretazione della simbologia vuole vedere nell’orso addomesticato dalla grazia di Dio lo stesso Vescovo di Frisinga, con il fardello di tutto il peso dell’episcopato. L’opera ha un duplice utilizzo, infatti essendo lo stemma estraibile e decorativo, potrà essere utilizzato dal Santo Padre sia come razionale (fermaglio da piviale) e sia per essere collocata al centro del bassorilievo raffigurante Piazza San Pietro culla e centro della cristianità.Nel corso dell’udienza privata, dopo aver ascoltato con attenzione la spiegazione dell’opera, Papa Benedetto XVI ha dimostrato di aver particolarmente gradito il dono di Affidato, profondendosi in ringraziamenti ed elogi per l’artista: “…bella, è molto bella, grazie… è stata l’esclamazione del Santo Padre, protendendo le mani sull’opera, soffermandosi nei particolari. Il segretario personale del Pontefice, Don Georg Genswein ha rimarcato che si tratta di “una creazione molto utile e originale”. All’incontro erano presenti anche S.Ecc.za James Michal Harvey, “Prefetto Della Casa Pontificia” Padre Leonardo Sapienza, S.E. Mons. Luigi Cantafora e S.E. Mons. De Paolo Niccolò, “Reggente della Prefettura della Casa Pontificia” che nei giorni seguenti ha contattato telefonicamente Michele Affidato per riconfermare che il Santo Padre ha molto apprezzato la sua opera, tra quelle ricevute in occasione della sua visita in Calabria.
minisep

Incontri con Papa Francesco

Città del Vaticano, 3 Aprile 2013
Piazza San Pietro.

Sua Santità Papa Francesco benedice la corona realizzata per la statua di Santa Veneranda in Carfizzi (Kr).

Città del Vaticano, 24 Aprile 2014
Piazza San Pietro
.

Sua Santità Papa Francesco benedice la Spada realizzata per la Statua di San Michele Arcangelo della Parrocchia in Cuturelle di Cropani (Cz).

Città del Vaticano, 18 Sett. 2013
Piazza San Pietro.

Sua Santità Papa Francesco benedice le corone realizzate per la Statua della Madonna “Regina Pacis” della Cattedrale di Ostia (Rm).

Città del Vaticano, 23 Ottobre 2013
Piazza S.Pietro.

Sua Santità Papa Francesco benedice lo Stellario per la statua dell’ Immacolata in Castelsilano (Kr).

Città del Vaticano, 24 Giugno 2013
Piazza S.Pietro.

Sua Santità Papa Francesco benedice le corone restaurate per la statua della Madonna della Pietra in Chiaravalle (CZ).

Città del Vaticano, 18 Maggio 2014
Piazza San Pietro

Sua Santità Papa Francesco benedice la palma in argento realizzata per la statua di San Pantaleone in Papanice (kr).

Stemma Papale realizzato per Sua Santità Papa Francesco

In occasione della visita Pastorale, di Papa Francesco nella Diocesi di Cassano allo Jonio, è stato realizzato nel laboratorio del maestro orafo Michele Affidato lo stemma Papale che l’Arcidiocesi di Crotone Santa Severina ha donato al Santo Padre per esprimergli tutto l’affetto filiale della Chiesa crotonese. L’opera, riproposta in arte orafa da Michele Affidato si compone di un bassorilievo in argento, che riproduce Piazza San Pietro con tutto il colonnato dipinto con smalti a fuoco, e lo stemma Papale in argento  rappresentato da uno scudo tra due chiavi sormontato dai simboli della dignità Pontificia.

Continua a leggere ...


Lo stemma è circondato da raffigurazioni a rilievo, che indicano tre elementi molto importanti della vita spirituale del Pontefice. In alto, campeggia l’emblema dell’ordine di provenienza del Papa, la Compagnia di Gesù: un sole raggiante e fiammeggiante caricato dalle lettere IHS, monogramma di Cristo. La lettera H è sormontata da una croce, mentre nella parte sottostante sono stati raffigurati tre chiodi. In basso, si trovano la stella e il fiore di nardo. La prima, secondo l’antica tradizione araldica, simboleggia la Vergine Maria, madre di Cristo e della Chiesa;  il fiore di nardo indica San Giuseppe, patrono della Chiesa universale. Ponendo nel suo scudo tali immagini, il Papa ha inteso esprimere la propria particolare devozione verso la Vergine Santissima e San Giuseppe. Sullo stemma Pontificio è  riportato anche il motto scelto da Papa Francesco quando fu eletto Vescovo. Si tratta dell’espressione di San Beda “miserando atque eligendo”. Lo stemma realizzato dal maestro Michele Affidato è collocato al centro del bassorilievo raffigurante Piazza San Pietro culla della cristianità, ma essendo lo stesso estraibile e decorativo, potrà anche essere  utilizzato dal Santo Padre come razionale (fermaglio da piviale). Durante la lavorazione dell’opera, particolare attenzione è stata rivolta ai dettagli: nello Stemma in argento è stata, infatti, eseguita una lavorazione di satinatura e doratura per farne risaltare tutti i rilievi. “E’ molto bello che il Santo Padre – commenta Affidato – con la sua venuta in Calabria ci mostri la sua attenzione e vicinanza. Tutto questo grazie anche a Sua Ecc.za Mons Nunzio Galantino, Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana. Dal primo giorno del suo Pontificato Papa Francesco ci ha subito conquistati per la sua dolcezza e modo di porsi alla gente comunicandoci  messaggi di pace, di unione e di amore. L’arrivo del Santo Padre in Calabria  – conclude l’orafo crotonese – possa essere per noi tutti sprone ad un sempre maggiore impegno per una crescita sociale, culturale e spirituale”.